‘O sicchio d’a munnezza

‘O sicchio d’a munnezza
Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...

Oggi un primo piatto della tradizione napoletana. Il nome magari poco accattivante, ma dal significato ben preciso. Un piatto invernale, creato con la frutta secca avanzata dalle feste di Natale, abbinata a pomodorini ed erbe aromatiche simboli della tradizione italiana. Ricetta veloce e super gustosa. Negli ingredienti troverete un bel prodotto firmato BIOLOS: il cappero croccante. Ottimo sostituto al cappero tradizionale o come stuzzichino per un aperitivo. Buon divertimento!!!!

‘O sicchio d’a munnezza

‘O sicchio d’a munnezza

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di spaghetti
  • 60 g di noci
  • 70 g di nocciole
  • 30 g di pinoli
  • 15 g di uva passa
  • 12 capperi croccanti
  • 10 olive taggiasche o nere
  • 200 g di pomodorini
  • 1 aglio
  • Prezzemolo
  • 1 peperoncino fresco
  • Origano
  • Olio EVO, sale

‘O sicchio d’a munnezza

Procedimento:

Mettete sul fuoco l’acqua per la pasta e intanto preparate il sugo. In un tegame scaldate l’olio e fatevi dorare adagio il peperoncino fresco tritato, l’agio in camicia. Unite la frutta secca, e rosolate per un paio di minuti. Tagliate a metà i pomodorini e versateli nel tegame, aggiustate di sale e cuocete per 10 minuti. In ultimo aggiungete le olive snocciolate, una presa di origano ed il prezzemolo tritato. Spegnete il fuoco ed attendete che si cuocia la pasta. Una volta cotta la pasta scolatela al dente, trasferitela nella padella col sugo ed amalgamate per bene. Servite nel piatto e versaste sopra il cappero croccante ed un filo d’olio a crudo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *